Punto nascite, Latisana sfida Palmanova. Riccardi: «25 anni di mancate decisioni»

Punto nascita di Palmanova sempre più in bilico. Il vice presidente della Regione è intervenuto sul tema
Giancarlo Virgilio

A meno di 24 ore dalla manifestazione in difesa del punto nascita di Palmanova, convocata dal sindaco della città stellata Francesco Martines, il vice presidente della Regione questa mattina ha incontrato i professionisti di ostetricia e ginecologia degli ospedali di Jalmicco e Latisana e i commissari di ASUIUD e AAS 2

Le speranze del punto nascita di Palmanova, almeno a giudicare dalle parole dell’assessore alla sanità, sono ridotte al lumicino. Al termine della riunione indetta questa mattina nel nosocomio palmarino, Riccardi ha infatti dichiarato che la decisione sul futuro dei reparti di ostetricia e ginecologia arriverà a breve, ma che nella valutazione non influiranno i numeri, quanto una visione più ampia che punta ad una indispensabile ristrutturazione generale che arriva con cinque lustri di ritardo.

«Il tema non riguarda solo il numero dei parti – ha spiagato l’assessore (VEDI VIDEO)-, ma le funzioni ospedaliere all’interno di un quadro di 25 anni di mancate decisioni. A breve termine prenderemo una decisione – ha poi garantito – anche perchè il nostro primo compito è garantire la sicurezza delle mamme e dei bambini. Rispetto tutte le opinioni delle istituzioni locali e di coloro che si sentono partecipi di una battaglia, ma dico che non possiamo preoccuparci di strumentalizzare delle decisioni che sono indispensabili. Io mi occupo della sicurezza della gente – ha concluso – , e vorrei che queste considerazioni raggiungessero la testa delle persone, non la pancia». 

Nel frattempo, come in una lotta dal solo gusto campanilistico, anche il sindaco di Latisana, Daniele Galizio, ha deciso di ‘armare’ i suoi e di rispondere alla protesta organizzata da Martines. Il primo cittadino ha infatti indetto una ‘contro manifestazione’ per chiedere a gran voce la riapertura del punto nascita latisanese. Il picchetto si terrà sabato 22 giugno dalle 11 alle 14 davanti all’ospedale civile. 

Serracchiani attacca frontalmente Riccardi 

Dura la replica dell’ex presidente della regione, Debora Serracchiani, alle dichiarazioni di Riccardi. “Noi abbiamo trovato i fondi mancanti e dato mandato per gare per tre ospedali bloccati dopo 5 anni in cui eri assessore ai lavori pubblici – ha scritto in un tweet-. Ridiventi assessore il 18 maggio 2018 e aspetti settembre per muoverti? Ricky, il rumore che senti è quello delle tue unghie”.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia