Quando la pasta si preparava in casa per i poveri, in onore di Sant’Agnese / VIDEO

La tradizione si è rinnovata a Joannes di Aiello del Friuli. In occasione della festa, le famiglie del paese hanno aperto i portoni delle loro corti. Anche l'ex sede del Municipio ha accolto i turisti...
Paola Treppo
loading...

Una festa d’altri tempi quella dedicata a Sant’Agnese, ad Aiello del Friuli, nella borgata di Joannis, oggi frazione ma fino ai primi decenni del secolo scorso Comune a sé stante. La sede del vecchio Municipio, nel frattempo, è diventata un bar e ha mantenuto tutto il fascino dei luoghi di aggregazione dei paesi rurali della Bassa Friulana.

Oggi, per la festa della santa, i portoni delle case hanno accolto i visitatori con squisite pietanze tipiche. Aperta anche l’antica casa di fine quattrocento dei custodi della villa, oggi sede dei cacciatori. E si è mantenuta la tradizione delle lasagne di Sant’Agnese, di fronte alla chiesa. 

La tradizione racconta che un tempo questa pasta venisse preparata a mano nelle case, il giorno prima o la mattina della festa, e stesa sulle finestre, davanti ai portoni delle abitazioni e nei punti in cui passava la processione dedicata, appunto, a Sant’Agnese. Alla fine della giornata i poveri del paese sarebbero andati recuperare quella pasta per sfamarsi.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia