‘Il quartetto Razumovsky’, si presenta il libro-testamento di Paolo Maurensig

Anteprima nazionale a Rosazzo
Alfonso Di Leva

Sarà presentato venerdì prossimo, 31 marzo, all’Abbazia di Rosazzo, in anteprima nazionale il romanzo-testamento di Paolo  Maurensig “Il quartetto Razumovsky”.

uscito per Einaudi nel gennaio del 2022 a pochi mesi dall’improvvisa scomparsa dello scrittore friulano e mai presentato.

La presentazione avverrà nell’ambito della rassegna “I Colloqui dell’Abbazia.

Il viaggio della carta geografica di Livio Felluga”, promossa dalla Fondazione Abbazia di Rosazzo e dalla Livio Felluga, curata da Elda Felluga e Margherita Reguitti.

Il romanzo racconta la storia di tre musicisti tedeschi. Da giovani si erano esibiti davanti al Führer eseguendo il quartetto Razumovsky di Beethoven e si ritrovano in una piccola città del Montana dopo essersi persi di vista per trent’anni. Decidono di ricostruire il quartetto ma a pochi giorni dall’esibizione il primo violino muore ucciso da un colpo di pistola.

Paolo Maurensig era affezionato alla rassegna dedicata alla carta geografica di Livio Felluga (nella foto la sua ultima partecipazione alla rassegna, il 26 settembre 2020) e ha sempre presentato in Abbazia di Rosazzo nel mese di marzo, le sue anteprime editoriali come “Teoria delle Ombre”, “Il gioco degli dei” e “Pimpernel”.

Ospiti della rassegna saranno i giornalisti Oscar D’Agostino e Gian Paolo Polesini del Messaggero Veneto che, assieme alla curatrice Margherita Reguitti, tratteggeranno un ritratto di Maurensig scrittore, intellettuale ma anche appassionato giocatore di golf e scacchi.

Alla voce di Pierluigi Pintar sarà affidata la lettura di alcune pagine del romanzo.

La rassegna è realizzata dalla Fondazione Abbazia di Rosazzo e dalla Livio Felluga, in collaborazione con l’associazione culturale Vigne Museum e il sostegno del Comune di Manzano e di Banca Intesa SanPaolo.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia