Quattromila alberi ai raggi x a Udine, oggi un nuovo abbattimento

Hubert Londero
loading...

A una prima occhiata appariva sano. Ma a un più attento esame, è risultato infettato da un fungo, che ne aveva compromesso la stabilità. Per questo, un platano alto 20 metri a rischio caduta, cresciuto a Udine tra viale Vat e via Alessandria, oggi è stato abbattuto. Il rischio di una sua caduta era consistente: era tenuto in piedi da un sottile strato di legno vivo.

L’assessore comunale al Verde Pubblico Ivano Marchiol non esclude che non ci siano altri casi simili tra i 24mila alberi di Udine. Così ha deciso di censire il patrimonio arboreo e ottenere un quadro completo della sua condizione di salute.

“Al momento  – dice Marchiol – è operativa una squadra di 10 persone per controllare lo stato di 4mila piante cittadine, utilizzando anche strumenti tecnici come la tomografia. Ciò ci permette di pianificare controlli più frequenti. Altri capoluoghi come Trieste e Gorizia si sono già mossi in questa direzione -continua – noi partiamo ora”.

L’intento è di intervenire nei prossimi tre anni su tutti gli altri alberi a bordo delle strade. A partire da piazza Primo maggio, dove l’amministrazione ha messo in sicurezza gli ippocastani con dei tiranti in attesa dei risultati delle analisi strumentali.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia