Ragazza recuperata in stato di grave ipotermia sulle nevi del monte Mangart / FOTO

Complesso di intervento che è stato eseguito nel cuore della notte dai soccorritori italiani e dai soccorritori sloveni, al confine, nel Tarvisiano
Redazione

Complesso il soccorso transfrontaliero di una ragazza tedesca di 27 anni che è rimasta bloccata dal maltempo e dalla neve in cima al Monte Mangart, in territorio sloveno, nella prima serata di ieri.

A mezzanotte, i soccorritori della stazione del Soccorso Alpino di Cave del Predil sono rientrati al campo base, a quota 1900 metri, al rifugio ai piedi del Monte Mangart.

I soccorritori italiani hanno preceduto nella discesa lungo la ferrata slovena al Mangart le squadre slovene e hanno attrezzato alcuni punti di sosta con chiodi a pressione per agevolare la discesa dei colleghi sloveni con la barella dove era stata assicurata la ragazza, in stato di grave ipotermia.

I soccorritori sloveni hanno ricevuto rinforzi da altri connazionali: in venti hanno calato la barella con la giovane lungo la parete dove si svolge la ferrata. le operazioni sono terminate nel cuore della notte con il trasporto della ragazza in ospedale.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia