Rapinò con gli amici 4 udinesi fuori da una discoteca, ma raccontò tutto all’insegnante

Un 20enne di Pasian di Prato ha patteggiato oltre 2 anni di reclusione. La pena è stata sospesa anche perché si pentì dell'accaduto
Hubert Londero
loading...

La baby gang di cui lui, unico maggiorenne, faceva parte rapinò, coltello alla mano, tre ragazzi udinesi fuori da una discoteca. Oggi Mathias Reggio Romagnone, di 20 anni residente a Pasian di Prato, ha patteggiato davanti al Gup di Udine Mariarosa Persico 2 anni, un mese e 10 giorni di reclusione, pena sospesa data la giovane età.

Tutto risale al 13 febbraio 2022. Stando alle accuse, quella sera, fuori dalla dicoteca Five di Tavagnacco, il giovane assieme a quattro minorenni, che tra loro parlavano albanese, circondarono un udinese di 25 anni. Puntandogli un coltello al fianco, lo costrinsero prima a consegnare giaccone  e portafoglio, poi a chiamare gli amici, due udinesi suoi coetanei, con i quali era arrivato. Anche loro furono rapinati dalla baby gang. I tre udinesi, avendo la prima vittima dato un pin non corretto della sua postepay e temendo ritorsioni, se ne andarono con l’auto di un conoscente. Giunti in piazza Primo maggio a Udine, fermarono una pattuglia della polizia e raccontarono l’accaduto agli agenti. Quattro dei cinque rapinatori furono poi individuati grazie alle telecamere stradali e a quella di un bancomat.

Il 20enne, rammaricato per l’accaduto, il giorno dopo la rapina si confidò con un suo insegnante e successivamente risarcì le vittime.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia