Rapina un migrante nell’ex Cavarzerani: condannato

Il raid gli è costato 3 anni e 4 mesi di reclusione per il reato di rapina
Hubert Londero
loading...

Era penetrato nottetempo nell’ex caserma Cavarzerani per derubare un migrante del cellulare. Il raid gli è costato 3 anni e 4 mesi di reclusione per il reato di rapina. E’ la pena inflitta dal giudice Camilla Del Torre con il rito abbreviato ad Hamza Jaarane, cittadino marocchino di 21 anni senza fissa dimora.

La notte del 26 febbraio, il giovane era riuscito a prendere il cellulare dalla mano di un 30enne bengalese mentre dormiva, ma la vittima si è svegliata. Il ragazzo ha cercato di scappare, ma è stato raggiunto dal bengalese. Ne è nata una colluttazione terminata con l’arrivo dei carabinieri del Norm di Udine e il suo arresto. Processato per direttissima il giorno dopo, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di firma. Successivamente il 21enne ha violato la misura cautelare, che per questo motivo è stata aggravata con la custodia in carcere.

Nell’arringa, il difensore, l’avvocato Cristian Buttazzoni, aveva chiesto la derubricazione dell’accusa in furto e violenza privata.RispondiRispondi a tuttiInoltra

Il pannello dei partecipanti è stato chiuso

Posta in arrivo selezionata

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia