Majano, preso il rapinatore del supermercato

Aveva rubato 900 euro lo scorso settembre
Hubert Londero

Aveva rapinato il supermercato Coop di Majano: i carabinieri della stazione locale hanno individuato il responsabile, un 50enne incensurato della zona, che è stato denunciato a piede libero alla Procura di Udine.

La rapina era avvenuta la sera del 13 settembre scorso, attorno alle 20, quando l’uomo ha aspettato che i dipendenti del negozio uscissero per buttare la spazzatura per entrare nella struttura. Con il volto travisato, si è diretto verso gli uffici della direzione e si è fatto riempire con il fondo cassa, circa 900 euro, una borsa, dentro la quale c’era anche un coltello. Durante la rapina, si era giustificato dicendo che era in atto il sequestro del figlio e che era stato costretto a svaligiare il supermarket per riaverlo.

I carabinieri di Majano sono arrivati a lui analizzando i video delle telecamere di sicurezza del supermercato e della piazza del paese, notando che si trattava di un principiante. L’uomo è stato convocato dai militari dell’Arma e, messo alle strette, ha ammesso le proprie responsabilità. Poi si è giustificato dicendo che si era trattato di un momento di debolezza causato da problemi economici. I carabinieri della stazione di Majano hanno anche individuato e denunciato un ‘trasfertista del borseggio’. L’uomo è accusato di aver derubato un 70enne del paese l’8 dicembre mentre era al supermercato. L’anziano, quando è andato a pagare, si è trovato senza portafoglio e, tornato a casa, si è accorto che mezz’ora prima erano stati prelevati 1.500 euro. Grazie alle telecamere di sicurezza, i militari sono riusciti a individuare il mezzo utilizzato dal ladro, un’automobile presa a noleggio, e a risalire alla sua identità. Si tratta di un 45enne rumeno, con precedenti specifici. Il suo modus operandi è quello del mordi e fuggi: raggiunge l’Italia in aereo assieme a un complice, prende un’automobile a noleggio e si reca nei paesi nei giorni di mercato per borseggiare i passanti.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia