Regionali: coalizione e candidato, il Pd si riunisce a Palmanova

Giochi quasi fatti per l’alleanza di centrosinistra che sfiderà Massimiliano Fedriga
Daniele Micheluz

I giochi sono praticamente fatti e questa sera a Palmanova, nell’assemblea regionale del Partito Democratico, dovrebbero essere ufficialmente certificati. In vista delle elezioni regionali del 2-3 aprile, la coalizione tra Pd, 5 stelle, Patto per l’Autonomia-Civica Fvg, Slovenska Skupnost e Alleanza Verdi Sinistra diventerà realtà con l’investitura di Massimo Moretuzzo a sfidare Massimiliano Fedriga per la presidenza della Regione.

“Un calcio di inizio per la vera campagna elettorale” come lo ha definito il segretario regionale dem, Renzo Liva, che “mette assieme una coalizione che si è creata con forze civiche, progressiste, ecologiste e coni grillini”. Ma non tutto fila liscio nell’alleanza, Una bordata è arrivata dalla capogruppo alla Camera del Pd, Debora Serracchiani, che ha affermato che “tra Partito Democratico e 5 Stelle ci sono delle tossine ancora da buttare fuori. Andremo al voto su tre Regioni e in due siamo in alleanza, Lombardia e Friuli. Io credo che Conte si debba prendere delle responsabilità, quando si vuol costruire il fronte progressista e si pensa di farlo da soli non funziona”, ha detto Serracchiani.

Parole che non sono piaciute ai pentastellati regionali, il cui lavoro di ricucitura con il Pd potrebbe finire nel cestino; anche se la volontà è ovviamente quella di restare uniti, grazie alle recenti intese: candidato civico, 10 punti nel programma, nessuna intesa con il terzo Polo. Accordo fatto. Stasera a Palmanova è il momento di suggellarlo.

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia