Regionalizzazione scuola, a breve riparte l’iter

Andrea Pierini

La ripresa del percorso per la regionalizzazione della scuola e il nodo del personale. L’assessore regionale all’istruzione e formazione, Alessia Rosolen, ha incontrato a Roma il ministro dell’istruzione e del merito Giuseppe Valditara per presentare le criticità in Friuli Venezia Giulia.

Con il ministero si è concordato di far ripartire il percorso per la regionalizzazione della scuola con la creazione di una commissione tecnico bilaterale per definire una norma congiunta. Sul fronte del personale, altro grosso nodo, «abbiamo proposto – spiega Rosolen – l’istituzione di un nuovo capitolo di spesa del bilancio del Ministero, alimentato con fondi regionali, da cui attingere per il pagamento di contratti di supplenza breve aggiuntivi stipulati dalle scuole statali del territorio regionale con il personale scolastico. Si tratta di un provvedimento necessario per garantire il riconoscimento dell’anzianità a tutto il personale della scuola che viene assunto con i fondi stanziati dall’Amministrazione regionale, con cui di fatto la Regione supplisce alle carenze di organico».

L’assessore ha poi ricordato al criticità sul personale dei servizi educativi per la prima infanzia, quindi gli asili nido, dopo il decreto buona scuola che potrebbe portare a un calo degli educatori con i relativi disagi, tema sul quale è intervenuto anche il presidente della Regione Massimiliano Fedriga. Altra criticità è invece legata alla mancanza di personale Ata. Infine, Rosolen ha presentato anche il progetto sperimenta di plurilinguismo, italiano, friulano, tedesco, sloveno, in Val Canale e Canal del Ferro approvato dal ministero alla fine dello scorso anno.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia