Regolamento di conti di Mortegliano, morto l’uomo colpito alla testa

E' deceduto in ospedale il 24enne afgano raggiunto alla testa dal colpo d'arma da fuoco
Redazione

E’ spirato nel pomeriggio di ieri l’uomo colpito alla testa sabato mattina durante un regolamento di conti avvenuto nei campi di Mortegliano. Troppo gravi le ferite riportate dal 24enne afghano che si trovava ricoveratto all’ospedale di Udine in condizioni disperate. Cambia, dunque, l’ipotesi di reato a carico delle due persone fermate, inizialmente per tentato omicidio, per la sparatoria. Si tratta di un 45enne di orgini campane residente a Tavagnacco, che avrebbe sparato materialmente il colpo, e del suo complice, un cittadino originario dell’Honduras, di 30 anni. Il fatto di sangue sarebbe maturato all’interno di un contesto malavitoso, legato allo spaccio di stupefacenti.

 Sarebbero stati rinvenuti, infatti, migliaia di euro in contanti, forse provento di una rapina finita in sparatoria, destinati all’acquisto di droga. Sul caso gli inquirenti e la Procura mantengono il massimo riserbo. Nella vicenda è coinvolto anche un quarto uomo, straniero, che si accompagnava con l’afghano; è stato sentito dal magistrato come testimone dei fatti. È stata trovata anche la vettura, una Volkswagen. Da una prima ricostruzione, i quattro uomini si erano incontrati per questioni di droga. Poi qualcosa è andato male.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia