La Rete degli studenti medi prova a compattare i ragazzi

"Dobbiamo difendere i nostri diritti"
Andrea Pierini
loading...

Un centinaio di ragazzi delle scuole di Trieste si è radunata in piazza Sant’Antonio nuovo per protestare contro la violenza della Polizia a Pisa e poi per cercare di unirsi e iniziare un percorso per difendere i propri diritti. La Rete studenti medi sta iniziando a muoversi per cercare di rianimare la lotta studentesca, i rappresentanti – tutti minorenni – spiegano che «ci aspettavamo 25 persone invece ne sono arrivate un centinaio. Sappiamo che i giovani oggi non hanno più voglia di scendere in piazza ma dobbiamo farlo per difendere i nostri diritti. Voglio mandare un messaggio ai nostri colleghi: dobbiamo unirci e partire da qua per far sentire la nostra voce». Il presidio è nato sull’onda emotiva dei fatti di Pisa «abbiamo massimi rispetto per le forse dell’ordine e per le divise, ma quanto successo è di una gravita inaudita e vogliamo ricordare a tutti che l’articolo 3 della costituzione dice che siamo tutti uguali davanti alla leggere, non importa se studenti o poliziotti».

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia