Riccardi, in Stabilità ’24 risorse in aumento pari a 3,181mld

Illustrata anche la nuova impostazione strategica sulle politiche di spesa in grado di prevedere risorse adeguate fino dall'inizio dell'anno
Redazione
loading...

Servizio video di Andrea Pierini. “Con la manovra di bilancio metteremo a disposizione del sistema della salute del Friuli Venezia Giulia per l’esercizio 2024 una dotazione finanziaria complessiva di 3 miliardi e 181 milioni di euro. Rispetto alla previsione dello scorso anno di 2 miliardi e 903 milioni, stiamo parlando di un aumento del 9,58% pari a 278 milioni di euro. È importante poi segnalare che il Fondo sanitario, rispetto al dato di previsione del 2023 di 2 miliardi e 498 milioni, passa a 2 miliardi e 701 milioni con un incremento di quasi 204 milioni con un +8,15%”.  

Lo ha affermato oggi in Consiglio regionale l’assessore alla Salute Riccardo Riccardi durante la seduta della III Commissione convocata per dare il parere sulle parti di competenza della nota di aggiornamento al Defr 2024 e per esaminare in modo preventivo gli strumenti della manovra di bilancio 2024.

L’assessore alla Salute si è soffermato a lungo anche sulla diversa impostazione strategica introdotta per le politiche sulla spesa. “È necessario – ha sottolineato – prevedere risorse adeguate fino dall’inizio dell’anno affinché la Regione possa stabilire, insieme ai vertici delle Aziende sanitarie, gli obiettivi di salute negoziando gli strumenti a disposizione e superando – almeno nel medio termine – la rincorsa ai successivi assestamenti di bilancio”. 

“Siamo consapevoli di eventuali imprevisti e incertezze, a partire dall’esito finale del pay back o delle risorse statali – ha ricordato Riccardi – ma pensiamo sia strategico introdurre un sistema stabile affinché, fin dall’inizio dell’anno, i direttori generali possano organizzare una programmazione chiara. Cosa che da molti anni non viene fatta lasciando indefinite le singole responsabilità legate agli obiettivi finali”.

Introducendo le diverse misure, l’assessore alla Salute ha segnalato poi che sono cresciuti di quasi 25 milioni di euro i finanziamenti per il sociale e per le misure sociosanitarie. “Di questi, 4,5 mln in più vanno al Fondo per l’autonomia possibile (Fap) che potrà contare su 38 milioni 850mila euro contro i 34 milioni e 300mila euro del 2023”.

“Il Fondo sociale regionale – ha aggiunto l’assessore – passa invece da 89 milioni 840mila euro del 2023 ai 93 milioni e 840mila euro con una crescita di 4 milioni. Anche la dotazione per gli invalidi sul lavoro e audiolesi avrà 100mila euro in più a disposizione per un totale di 400mila euro, mentre viene confermata la cifra di 3 milioni di euro per la sperimentazione e innovazione del sistema a servizio dei portatori di disabilità”.

“Abbiamo deciso inoltre di aumentare, con 500mila euro, il Fondo di contrasto alla violenza da discriminazione, portandolo a 1 milioni e 759mila euro. È sempre di 500mila euro – ha spiegato l’esponente della Giunta Fedriga – è la capienza stabilita per il “Fondo dopo di noi” che, nel 2023, era privo di risorse, mentre istituiamo il Fondo sociale integrativo della disabilità che potrà godere di uno stanziamento straordinario di 8 milioni e 500mila euro”. 

“In forte crescita anche le risorse destinate alle strutture dedicate agli anziani non autosufficienti – ha precisato Riccardi -. Quelle per l’abbattimento delle rette, che presentavano un dato di 56 milioni 600mila euro nella previsione iniziale del 2023, passano a 61 milioni 100mila euro con un aumento di 4,5 milioni. Gli stanziamenti per compensare gli incrementi delle spese sociosanitarie aumentano da 5,8 milioni a 7,3 milioni di euro (+1,5 milioni). Confermata infine la cifra di 1,4 milioni di euro per gli oneri sanitari dei Centri diurni per gli anziani e per i Livelli essenziali di assistenza (Lea)”.

“Sono questi i dati più significativi – ha ricordato l’assessore – che l’Amministrazione regionale ha previsto per la manovra di bilancio di fine anno per continuare a tutelare al meglio la salute dei cittadini del Friuli Venezia Giulia”.

Durante la sua articolata esposizione Riccardi ha voluto infine precisare che la Giunta è pronta a valutare con grande attenzione tutte le proposte volte a migliorare le risposte di salute che il sistema regionale vuole garantire a tutti i livelli e a tutti gli abitanti del Friuli Venezia Giulia.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia