Riforma elezioni enti locali, si ragiona ancora sull’election day

Nulla di fatto ieri nel vertice di maggioranza per la riforma della legge elettorale degli enti locali
Andrea Pierini
loading...

L’appuntamento è rimandato all’otto marzo, il tempo di avere un quadro tecnico da parte degli uffici e poi capire se il percorso dell’election day è perseguibile.

I partiti di maggioranza con i segretari e i capigruppo di Lega, Lista Fedriga, Fratelli d’Italia e Forza Italia ieri sera hanno fatto il punto sulla riforma delle elezioni degli enti locali, al momento i comuni, data per assodata l’eliminazione del terzo mandato per i sindaci dei comuni sotto i 15 mila abitanti e l’abbassamento della soglia per l’elezione diretta dal 50 al 40% nei comuni sopra i 15 mila abitanti resta il nodo election day.

Sul tavolo restano due ipotesi: unificare tutto al 2028 o al 2033 oppure creare un mid term per alcuni comuni. In maggioranza c’è Comunque ottimismo e la volontà è di ridurre costi r chiusura delle scuole e aumentare affluenza, tutti i tasselli devono però ancora andare al loro posto. 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia