Home / News / A Lusevera rinasce dopo un secolo la centralina del Malignani

A Lusevera rinasce dopo un secolo la centralina del Malignani

Funzionò in maniera ininterrotta fino al 1976, quando fu irreparabilmente danneggiato dal sisma. Costato 4 milioni di euro, l’impianto utilizza la presa e lo scarico ideati dal geniale friulano nel lontano 1906

Rinasce dopo oltre un secolo la centralina idroelettrica del Malignani a Lusevera. Dopo un anno di lavoro, grazie un project-financing, l’impresa carnica “Torre Energia” taglia il nastro. Costata 4 milioni di euro, somma messa a disposizione interamente dalla società privata, la centrale sfrutta alcune delle opere realizzate in passato da Malignani. Si tratta della presa e dello scarico, che restano gli originali del 1906, quando il geniale friulano progettò e realizzò la prima centrale idroelettrica in Alta Val Torre.  Quell’impianto funzionò in maniera ininterrotta fino al 1976, quando fu irreparabilmente danneggiato dal sisma. La nuova centrale, che produrrà 2 milioni e 400mila di kilowatt/ora all’anno, sorge nello stesso punto. Di proprietà del Comune, rientrerà nelle piene disponibilità del Municipio tra 25 anni. Fino ad allora la società “Torre Energia” verserà all’Ente Locale 90mila euro all’anno, fondi che saranno utilizzati per dare più servizi ai cittadini dell’Alta Val Torre. Il taglio del nastro è stato fissato per sabato alle 11. Per realizzare la condotta di collegamento tra la presa e lo scarico, che si snoda lungo la statale, sono stati eseguiti una serie di espropri di terreni. Non ci sono state lamentele, in tal senso, da parte dei proprietari dei fondi che si sono resi conto dell’importanza della centralina per le ricadute positive che avrà sul territorio.

Resta aggiornato con i Tg di Telefriuli. Puoi farlo seguendo la diretta dal tuo telefonino cliccando il tasto LIVE (alle 7.00, 11.30, 12.30, 12.45, 16.30 e 19.00); dalla tv sintonizzati su canale 11, 511 HD del digitale terrestre. 

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Iscriviti gratis e subito al nostro canale Telegram cliccando qui: https://t.me/telefriuli_it

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori