Risparmio tradito, c’è tempo fino al 18 giugno per chiedere il fondo di indennizzo

Sono 16mila gli azionisti e obbligazionisti di Veneto Banca e Banca popolare di Vicenza in Fvg. La metà otterrà il rimborso
Alessandra Salvatori
loading...

Non ci saranno ulteriori proroghe. I risparmiatori traditi dalle banche avranno tempo fino a mercoledì 18 giugno per presentare la domanda di accesso al Fir, il fondo di indennizzo da un miliardo e 575 milioni di euro.

L’originario termine di scadenza era stato fissato al 18 febbraio, poi prorogato al 18 aprile ed infine al 18 giugno.

Consumatori Attivi, che segue 2000 risparmiatori in regione, ricorda che la domanda può essere presentata esclusivamente in via telematica, attraverso il portale della Consap. L’associazione non istruirà nuove pratiche, vista la vicinanza della scadenza, ma è a disposizione dei risparmiatori che dovessero ricevere delle richieste di documentazione ad integrazione di quella già presentata.

Gli azionisti coinvolti in Friuli Venezia Giulia sono 16mila, solo la metà dei quali potrà accedere al Fir. Per gli azionisti l’indennizzo è pari al 30% della somma investita, fino a un massimo di 100mila euro mentre agli obbligazionisti viene riconosciuto, sempre fino a un massimo di 100mila euro, il 95%.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia