Risse e molestie: arrestato minore non accompagnato

Alberto Comisso

E’ stato fermato ieri sera nell’autostazione di Tolmezzo. Lui, un minore straniero non accompagnato, ospite di una struttura per l’accoglienza di Cavazzo Carnico, pensava che gli agenti della polizia locale lo volessero sottoporre ad un normale controllo. Invece, su disposizione del gip, è stato accompagnato nell’Istituto di pena minorile di Treviso. 

La misura cautelare è stata chiesta ed ottenuta dalla Procura dei minorenni di Trieste dopo alcuni gravi reati per i quali il ragazzino di origine nordafricana è indagato. 

Dalle indagini, condotte dalla polizia di stato e dalla polizia locale di Tolmezzo, è emerso come nella struttura di Cavazzo, dov’era ospite insieme ad altri connazionali, avesse più volte molestato alcune operatrici della cooperativa che si occupa dell’accoglienza. E’ scattato così il codice rosso, che ha previsto il suo allontanamento dalla struttura. 

Il minore, inoltre, nei giorni scorsi aveva pubblicato sui social network un video nel quale incitava altri nordafricani a partecipare ad una sorta di regolamenti di conti nell’autostazione di Tolmezzo. Non solo: nella sua stanza, a Cavazzo, erano stati trovati durante una perquisizione un coltello, un manganello e un tirapugni. Armi che il ragazzo avrebbe utilizzato nelle varie risse di cui è stato protagonista. 

Domani intanto, a Tolmezzo, si terrà un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica coordinato dal questore. Una riunione necessaria, dopo gli ultimi episodi che hanno destabilizzato le comunità della Carnia, al termine della quale potrebbero essere prese misure tali da prevenire e contrastare il fenomeno della violenza tra i giovani. 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia