Rogo a scuola: individuati i responsabili, sono due giovani

Nei giorni scorsi, a seguito delle indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gorizia e della Stazione di Lucinico, l’autorità giudiziaria di Gorizia e...
Redazione

Nei giorni scorsi, a seguito delle indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gorizia e della Stazione di Lucinico, l’autorità giudiziaria di Gorizia e Trieste hanno notificato gli avvisi di conclusione di indagini e richiesta di rinvio a giudizio per l’incendio alla scuola media “Perco” di Lucinico a due giovani goriziani.

L’incendio era stato appiccato in più stanze all’interno del plesso scolastico nella notte tra il 22 e il 23 ottobre 2017, ma veniva scoperto solo nella prima mattinata del 23 ottobre. 

Sul posto erano intervenute più squadre dei Vigili del fuoco per le opere di spegnimento, protrattesi per tutta la mattinata, e i militari della Compagnia di Gorizia, unitamente al pubblico ministero, per le indagini.

Nel corso del sopralluogo veniva accertato che il rogo era stato appiccato volontariamente all’interno della sala insegnanti, in un’aula e in un ripostiglio del primo piano, mentre contestualmente erano stati anche sottratti da due classi due notebook, che erano stati lesionati e abbandonati in un cassonetto all’esterno della scuola. 

Sul posto venivano rinvenuti oggetti vari, verosimilmente utilizzati per appiccare il fuoco e compiere il grave gesto, che venivano subito sequestrati unitamente all’area della scuola coinvolta dalle fiamme. Il fatto era apparso subito molto grave, sia per gli ingenti danni economici procurati che per i disagi conseguenti per gli insegnanti, centinaia di studenti e rispettive famiglie, che per mesi hanno dovuto frequentare le lezioni in altri istituti individuati prontamente dal Comune di Gorizia.

Le complesse indagini avviate nell’immediatezza e coordinate dal Procuratore della Repubblica, dott. Massimo Lia e dal sostituto dott.ssa Ilaria Iozzi, hanno visto impegnati i carabinieri della Compagnia per diversi mesi, per sentire numerose persone informate sui fatti e raccogliere ogni altro elemento utile alla loro ricostruzione e all’individuazione dei responsabili, nonché hanno richiesto la collaborazione dei militari del Reparto Investigazioni Scientifiche di Parma per i riscontri sulle tracce rinvenute sul posto.

Il complesso e certosino lavoro d’indagine, comunque, ha consentito di individuare due giovani goriziani, già noti alle cronache locali, sul cui conto sono stati raccolti gravi e concordanti indizi di reità, sia in merito all’incendio che in relazione a precedenti episodi di furti e atti di vandalismo consumati nella stessa scuola, che venivano deferiti all’autorità giudiziaria, la quale, a seguito dell’analisi e verifica delle risultanze investigative, ha chiesto il loro rinvio a giudizio.

Immagine Archivio Telefriuli

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia