Ruzzola per 30 metri su un pendio, ferita una donna a Cima di Terrarossa

Una persona è rimasta ferita nel primo pomeriggio di oggi, intorno alle 13, mentre percorreva un sentiero di montagna, sopra Chiusaforte. Dopo l'allarme, scattato con una chiamata al Nue 1...
Paola Treppo
Una persona è rimasta ferita nel primo pomeriggio di oggi, intorno alle 13, mentre percorreva un sentiero di montagna, sopra Chiusaforte.  Siamo nella zona di Cima di Terrarossa, sopra i piani di Montasio, sopra il rifugio Di Brazza’.
Dopo l’allarme, scattato con una chiamata al Nue 112, sul posto sono intervenuti subito i soccorritori e dalla base di Campoformido è decollato l’elicottero sanitario. Sono stati allertati i militari della Guardia di Finanza del Sagf di Sella Nevea e i volontari del Soccorso Alpino del Cnsas. 
L’aggiornamento:
Traumi ed escoriazioni per l’escursionista di Gradisca d’Isonzo del 1968, ruzzolata per trenta metri lungo i ripidi pendii erbosi intervallati da roccette che caratterizzano i tornanti del sentiero che scende dalla Cima di Terrarossa verso i Piani del Montasio, nel Gruppo del Montasio. La donna è stata recuperata dall’elisoccorso regionale dopo essere stata stabilizzata. La sua caduta si è fermata in un canalino dove inizialmente non è stato semplice per l’equipe tecnico sanitaria stabilizzarla e sistemarla nel sacco a depressione. Recuperata a bordo con una verricellata di trenta metri, la stessa effettuata per sbarcare i tecnici e i sanitari dell’elisoccorso, è stata condotta in ospedale. Sul posto ai Piani del.Montasio, pronte a eventuale ulteriore supporto, le squadre della stazione di Cave del Predil e la Guardia di Finanza di Sella Nevea. L’intervento si è svolto tra le 13 e le 15.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia