San Valentino da incubo, donna si salva dalle botte del fidanzato chiudendosi bagno

L'aggressione ha fatto emergere una serie di episodi da codice rosso ai danni della vittima
Redazione
loading...

Servizio video di Andrea Pierini

Presa a pugni e per il collo dal proprio compagno la notte di San Valentino. L’aggressione da codice rosso è avvenuta a Trieste ed è terminata solamente quando la vittima è riuscita a sottrarsi dalla furia del fidanzato 44enne chiudendosi in bagno, da dove ha poi chiesto aiuto.

La donna è stata ricoverata al Ospedale di Cattinara dove sono state riscontrate quattro fratture costali, un trauma cranico e lesioni sul corpo e sul volto per 41 giorni di prognosi.

L’incubo è iniziato durante una serata trascorsa in casa con una coppia di amici. Proprio chiacchierando con gli ospiti, tra la donna e il compagno è iniziata una discussione di gelosia che ha spinto l’uomo a congedare gli ospiti. Usciti di casa, il 43enne ha spinto la fidanzata sul divano. Dopo averla immobilizzata premendo sul costato il suo ginocchio, ha iniziato a colpirla violentemente con pugni al corpo e al capo.

La donna ha poi ammesso agli agenti delle Volanti intervenuti in ospedale che la violenza non era un fatto isolato e che durante i 5 anni di relazione le aggressioni erano state diverse. I fatti descritti, comunicati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trieste, sono confluiti in un fascicolo d’indagine già aperto e per il quale personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di San Sabba era stato delegato per acquisire elementi utili d’indagine. Le aggressioni hanno determinato un’ordinanza per il Divieto di Avvicinamento alla persona offesa e ai luoghi dalla stessa frequentati tenendosi ad una distanza non inferiore a 500 metri, nonché il divieto di comunicazione con la medesima e l’applicazione del braccialetto elettronico.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia