Confermata la sanzione al poliziotto che si era filmato nudo sulla neve

Il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso dell'agente che era stato sospeso per un mese e mezzo
Hubert Londero

Si è filmato mentre correva nudo nella neve, di sera nel bosco. Poi ha girato ad alcuni amici il video. Peccato che lui fosse un poliziotto della Questura di Trieste e che le immagini siano giunte sul cellulare di un superiore. Quella performance gli era costata una deplorazione e un mese e mezzo di sospensione perché incompatibile con il riserbo e la compostezza che deve avere ogni appartenente alla Polizia di Stato.

Il poliziotto aveva fatto ricorso al Tar del Friuli Venezia Giulia contro la sanzione disciplinare, sostenendo che si trattava di una competizione estrema a cui aveva partecipato nel tempo libero e che dal video non si capiva la sua professione. Nel 2018, il giudice amministrativo gli aveva dato torto perché per gettare discredito sulla polizia era sufficiente che il filmato venisse visto da chi lo conosceva personalmente o dai suoi colleghi. Un giudizio ribadito anche dal Consiglio di Stato, che oggi ha rigettato il suo ricorso contro la sentenza del Tribunale amministrativo regionale.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia