Dalla savana al Friuli: stormo di aironi guardabuoi immortalato a Udine

Uno spettacolo per gli occhi. La specie da una decina di anni si ferma in regione
Giancarlo Virgilio
loading...

Ieri pomeriggio uno stormo di aironi guardabuoi è stato immortalato banchettare tranquillamente su un campo a riposo a nord di Udine, a un centinaio di metri dal Terminal Nord.

Il branco era composto da un centinaio di esemplari e chi ha realizzato le immagini che vi mostriamo nel video in alto ha riferito di non averne “mai visti così tanti e tutti insieme a due passi dalla città”.

Gli aironi guardabuoi, ci ha spiegato Giovanni Comisso, esperto naturalista, sono i ‘cugini’ dei più noti aironi bianchi, cui differiscono per una corporatura più esile e una minore stazza.

La specie è apparsa in Friuli Venezia Giulia una decina di anni fa o poco più e oramai non è più raro osservarla in sosta a queste latitudini durante una migrazione, mentre è alla ricerca di vermi e insetti tra la terra da poco arata.  La sua popolazione è in forte aumento – precisa Comisso -, così come è in espansione il suo areale“.

I guardabuoi hanno l’abitudine di muoversi spesso in gruppo e di frequentare anche zone antropiche. Nell’immaginario collettivo questo uccello bianco è noto a tutti. È sempre presente, ad esempio, nei documentari che raccontano la vita della savana. Generalmente, infatti, viene ripreso mentre riposa sulla schiena di uno gnu o sul dorso di una zebra.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia