Scrive il diario degli orrori e lo denuncia dopo anni di sofferenza

Una tremenda vicenda di maltrattamento in famiglia. I terribili dettagli
Redazione

I carabinieri della stazione di Aviano hanno applicato, nella giornata di oggi, sabato 27 luglio, la misura coercitiva dell’allontanamento dalla casa familiare, con divieto di avvicinamento a meno di 300 metri dalla persona offesa, nei confronti di un uomo della zona di Aviano.

Un altro episodio di incredibili violenze perpetrate all’interno delle mura domestiche da parte di un uomo nei confronti della moglie convivente peraltro affetta da una patologia che le impedisce di camminare.

I carabinieri di Aviano erano intervenuti il 22 giugno scorso per sedare una violenta lite scoppiata tra marito e moglie. Solo allora la donna era riuscita a denunciare la situazione di gravissima difficoltà che la vedeva vittima da 3 anni.

La donna aveva notato tutte le sue sofferenze in una sorta di diario.

Era costretta a vivere in pessime condizioni igienico sanitarie in un appartamento raggiungibile solo da alcune ripide rampe di scale. Ha subìto una miriade di comportamenti e atteggiamenti violenti e prevaricatori, cui aveva assistito anche la figlia minore.

L’uomo, tossicodipendente, sperperava il denaro per i suoi vizi e maltrattava fisicamente e psicologicamente la donna, indirizzandole offese di ogni tipo. E poi spintoni, percosse e omissioni di assistenze mediche quando ne aveva bisogno. Dal 22 luglio scorso mamma e figlia sono accolta in una casa anti violenza.

L’uomo dovrà versare loro il mantenimento, detratto dalla sua paga.

Si tratta di un 44enne senza precedenti penali.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia