Sequestrato un vasto impianto per il recupero della plastica

I Carabinieri del Noe di Udine, nell’ambito dell’attività di controllo nello specifico settore disposta dal Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale, hanno effettuato una serie ...
Redazione

I Carabinieri del Noe di Udine, nell’ambito dell’attività di controllo nello specifico settore disposta dal Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale, hanno effettuato una serie di ispezioni finalizzate al monitoraggio delle attività impegnate nel “ciclo della plastica”.

Hanno accertato violazioni penali nei confronti di una società sita in Pradamano operante nel settore del recupero della plastica. Il controllo ha portato, infatti, al deferimento in stato di libertà del presidente del consiglio di amministrazione della società proprietaria e gestore di uno stabilimento destinato allo stoccaggio e recupero di materiale plastico ed ingombrante.

A seguito delle risultanze investigative emerse, i militari del Noe di Udine hanno inoltre sottoposto a sequestro preventivo, successivamente convalidato dall’ufficio Gip del Tribunale di Udine, lo stesso stabilimento e il relativo impianto di aspirazione polveri, poiché risultati privi delle necessarie autorizzazioni ambientali alla gestione dei rifiuti e alle conseguenti emissioni in atmosfera. Il sequestro ha interessato uno stabilimento di ingenti dimensioni di 18.000 mq e di 1.400 mc di rifiuti lì stoccati, per un valore complessivo di 2.5 milioni di euro.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia