Sequestro di armi da guerra: dai lanciarazzi alle bombe a mano

L'operazione è dei carabinieri di Gorizia
Paola Treppo

Sequestro di armi da guerra da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Gorizia. A finire nei guai un ragazzo di 29 anni di Gorizia. Si tratta dello stesso giovane che lo scorso anno, nel contesto della festa cittadina di Gorizia “Gusti di frontiera”, era stato trovato in possesso di un cospicuo quantitativo di sostanze stupefacenti, di 50 euro falsi e di vario armamento da guerra risalente ai due conflitti mondiali.

A seguito dell’esame del suo personal computer e all’esame dei suoi due telefoni cellulari, sequestrati al tempo all’indagato, i militari dell’Arma sono riusciti evidenziare altre condotte delittuose. Sono stati sequestrati infatti una lanciarazzi modello M80 calibro 64 mm di fabbricazione jugoslava, una bomba a mano tipo Srcn del secondo conflitto mondiale, un proiettile di artiglieria calibro 38 mm di fabbricazione italiana, una bomba a mano di fabbricazione tedesca, un proiettile di artiglieria di cui non è stata identificata la provenienza, un machete della lunghezza di 63 cm, quattro casse per il trasporto di lanciarazzi.

Al termine dell’attività di indagine il giovane, già agli arresti domiciliari, è stato denunciato alla Procura della Repubblica per detenzione di armamento da guerra. 

Le armi erano nascoste nelle abitazioni della mamma e della nonna dell’uomo, ignare però di celare nelle proprie case il materiale bellico.

Foto di una precedente operazione sempre di armi da guerra sequestrate dai carabinieri di Gorizia 

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia