Si appartano alla vigilia di Natale, ma lui la aggredisce

Una telefonata scatena la violenta reazione di gelosia di un 20enne triestino, bloccato dai Carabinieri dopo che aveva picchiato la sua ragazza
Redazione

Avevano cercato un po’ d’intimità in un ex albergo dismesso, ma il momento idilliaco è durato solo qualche minuto. Infatti, il cellulare della ragazza ha iniziato a squillare incessantemente. Non erano gli auguri di Natale in anticipo, ma una persona ben conosciuta anche dal suo fidanzato.

E così, complice la birra bevuta in abbondanza nell’alcova improvvisata, la gelosia del giovane ha dato vita a una furente reazione. Il 20enne ha iniziato a picchiare la ragazza, strappandole di mano il cellulare. Voleva avere la conferma che si trattasse del suo ‘rivale’ in amore.

La giovane, dolorante per i colpi ricevuti, è comunque riuscita a chiedere aiuto. In poco tempo è arrivata una pattuglia della Stazione Carabinieri di Barcola; i militari a fatica sono riusciti a dividere la coppia, bloccando la furia del ragazzo che, ancora in preda ai fumi dell’alcol, ha cercato per l’ennesima volta di scagliarsi con violenza contro la donna.

I militari hanno chiamto subito i sanitari che hanno trasportato la ragazza al pronto soccorso di Cattinara per ricevere le cure. Con il supporto di una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Aurisina, il 20enne triestino, con alcuni precedenti, è stato accompagnato in caserma per poi essere dichiarato in stato di arresto per rapina, lesioni personali e ubriachezza.

La ragazza, dopo le cure sanitarie ricevute e dopo aver smaltito la sbornia, è stata dimessa dall’ospedale. Lei, però, al contrario del fidanzato, si è potuta godere la giornata di Natale in libertà, pur nel rispetto delle normative anti Covid.

 
 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia