Si sente male e cade a terra, i soccorsi arrivano dopo 45 minuti

Un anziano è finito a terra procurandosi un profondo taglio alla nuca. E' accaduto nel centro di Pasian di Prato, a soli 6 chilometri dall'Ospedale
Giancarlo Virgilio

Soccorso dai sanitari dopo 45 minuti, nonostante il mancamento e un taglio alla nuca. E’ accaduto ieri sera nel centro di Pasian di Prato, ad appena 6 chilometri di strada dal Pronto soccorso dell’ospedale di Udine. Vittima del ritardo nella macchina dei soccorsi un uomo sui 50anni, rovinato a terra dopo essere stato colto da un malore.

Il mancamento

Erano circa le 21.30 quando un avventore, seduto su uno sgabello all’esterno di un bar posto in piazza Matteotti, è improvvisamente caduto al suolo sbattendo violentemente il capo al suo. L’urto è stato violento, tanto da procurargli una ferita alla testa. Immediato è stato l’intervento dei clienti, tra loro anche una donna che da poco aveva terminato un corso di Primo soccorso e che ha provveduto a tamponare la lacerazione dalla quale usciva molto perdere sangue. Pochi istanti dopo, alle 21.32, i presenti hanno quindi composto il numero del 112 per chiedere assistenza medica.

L’attesa

Dopo 30 minuti di attesa, è stata quindi fatta una seconda telefonata. Medesima cosa è avvenuta dopo altri dieci minuti, a 40 minuti di distanza dalla richiesta di aiuto. L’ambulanza è arrivata subito dopo, solamente alle 22.15, a circa 45 minuti di distanza dalla prima chiamata. “Gli addetti sono stati gentilissimi – ci ha raccontato uno dei tanti testimoni –. Hanno soccorso il ferito e lo hanno poi trasferito al Pronto soccorso. Nonostante la bravura degli operatori, non possiamo però non sottolineare il ritardo cui abbiamo assistito. Purtroppo non è il primo caso verificatosi a Pasian di Prato negli ultimi anni”. In ospedale la ferita alla testa è stata medicata e chiusa attraverso 25 punti di sutura. 

«Nessun ritardo»

Diversa la versione fornita dalla controparte. La chiamata, ci hanno fatto sapere dagli uffici preposti, “è stata processata in 50 secondi al 118, ma risulta classificata come un’emergenza di codice verde. I sanitari, impegnati in altre emergenze, sono stati inviati, dando però priorità a casi più gravi in corso. Solo dopo, per accelerare il trasporto, il codice è stato modificato da verde in giallo. Ciò, nonostante la diagnosi, visto che il ferito aveva solamente una contusione alla testa e risultava solamente in stato confusionale”. 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia