Home / News / Siccità: a Udine si chiudono le fontane pubbliche

Siccità: a Udine si chiudono le fontane pubbliche

La misura è stata assunta in maniera temporanea

Si informa che, a fronte del perdurare dell’emergenza idrica in Regione, l’Amministrazione Comunale del Capoluogo Friulano ha deliberato di chiudere temporaneamente le fontane pubbliche.

Si tratta degli impianti siti in piazzale XXVI Luglio, in piazza I Maggio, in via Gemona, in via Zugliano, nel Giardino di Palazzo Morpurgo, presso il Parco del Cormor, presso il Giardino Loris Fortuna, al Giardino Ricasoli, in Piazzetta Antonini, presso il Giardino della Rimembranza, sulla salita al Colle del Castello e presso il Giardino Pascoli. Unico escluso dalla decisione, il Giardino del Torso, la cui fontana a ricircolo interno continuerà a funzionare e ospiterà i pesci del laghetto del Giardino Ricasoli.

Per quanto riguarda l’impianto di irrigazione di piazza I Maggio, che preleva acqua dalla vicina roggia e che viene messo in funzione nel periodo estivo, quest’anno non è stato ancora attivato e si ritiene che un’eventuale non messa in funzione non comporti alcun danneggiamento del prato, salvo che per l’inevitabile ingiallimento, in modo del resto analogo alle altre aree verdi cittadine.

Con questa decisione il Comune manifesta un esempio concreto di risparmio dell’acqua.

Per un uso corretto e parsimonioso della risorsa idrica il Sindaco sta per emanare un’ordinanza rivolta a tutti i cittadini. 

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori