Silos, al via lo sgombero

Per l'area in passato era già stato disposto il sequestro. Poi con il tempo era tornata ad essere rifugio degli ultimi
Andrea Pierini
loading...

Sgombero immediato e messa in sicurezza della struttura. Il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza ha emesso l’ordinanza che di fatto da avvio alle procedure che porteranno il Silos, diventato casa per oltre un centinaio di migranti, inaccessibile. Nel testo del documento viene citato il sopralluogo effettuato dall’azienda sanitaria e specificato che all’interno le condizioni non sono in grado di garantire la vita delle persone alla luce anche della mancanza dei servizi basilari come acqua ed energia. Inoltre ci sono ratti e animali vari con un pericolo per igiene, sicurezza e incolumità pubblica. La fase dello sgombero al momento sarà soft, verranno affissi degli avvisi e solamente più avanti probabilmente potrebbero arrivare la forze dell’ordine che in ogni caso controllano e monitorio l’interno da diverso tempo con ispezioni e verifiche. L’ordinanza impone inoltre a Coop 3.0, proprietaria dell’area di mettere in sicurezza ripulendo gli immobili, la creazione di recinzioni e di vigilare l’area anche a mezzo di guardie giurate. Il silos nel corso degli anni è diventato sempre più riferimento degli ultimi e in particolare dei migranti che, in particolare lo scorso anno, lo hanno scelto come casa in attesa di entrare nel circuito di accoglienza. Era già stato disposto il sequestro dell’area in passato ma poi con il tempo era tornato ad essere rifugio degli ultimi.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia