Siulp: inutili controlli ai confini, serve personale per la Questura

Il sindacato di polizia all’attacco sul tema migranti. Denunciato il mancato funzionamento dei controlli sui confini
Andrea Pierini
loading...

Serve una risposta su come si vuole affrontare un’emergenza strutturale perché la grande muraglia presidiata 24 ore su 24 voluta dalla destra radicale e populista sembra presentare qualche piccola falla. Il sindacato di polizia Siulp, per voce del segretario regionale Fabrizio Maniago, va all’attacco sul tema migranti denunciando, de facto, il mancato funzionamento dei controlli sui confini pubblicando una serie di foto scattate alle 7 del 20 maggio con la coda dei migranti appena arrivati dalla rotta balcanica che chiedono di entrare nel circuito di accoglienza. Il paragone è con un video di repertorio degli scorsi anni con una scena pressoché identica. «Quest’estate – spiega Maniago – torneremo a riempire le pagine con appelli, numeri, rimbalzi di responsabilità, ove scaricheremo la colpa sull’Unione Europea, mentre come sempre il cerino in mano rimarrà all’abnegazione ed al senso di responsabilità dei Poliziotti. Carne da macello – li definisce Maniago – che con risorse ridotte al lumicino sono sempre li a gettare il cuore oltre l’ostacolo per garantire i Diritti e la Protezione della collettività intera». Il Siulp parla della mancanza di almeno 100 unità solo nella Questura di Trieste.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia