Snobba Pordenone per cenare con Putin, condannata Ornella Muti

L'attrice aveva saltato una rappresentazione al Verdi di Pordenone per 'problemi di salute'. Ma in realtà era a San Pietroburgo
Redazione

La battaglia tra Ornella Muti e il Verdi di Pordenone è arrivata a una sentenza definitiva. La Cassazione, infatti, ha confermato la condanna nei confronti dell’attrice emessa, a luglio 2017, dalla Corte d’Appello di Trieste: sei mesi di reclusione e 500 euro di multa per tentata truffa aggravata e falso.

I fatti contestati alla Muti, al secolo Francesca Romana Rivelli, risalgono al 10 dicembre 2010, quando avrebbe dovuto esibirsi al Verdi – per un cachet di 24 mila euro – con ‘L’ebreo’ di Gianni Clementi. L’attrice, però, aveva dato forfait per una ‘laringotracheite acuta febbrile’, documentata da un apposito certificato, inviato da un medico di Roma. Peccato che, la sera stessa della rappresentazione saltata per ‘abbassamento di voce’ nel Friuli Occidentale, Muti fosse stata ‘paparazzata’ a San Pietroburgo, durante una lussuosa cena con il presidente russo Vladimir Putin e la star americana Kevin Costner. Le foto avevano così smascherato la truffa ai danni del Verdi, che ha deciso di citare in giudizio l’attrice.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia