Dal Tar l’ok ai doposcuola nel Centro islamico di Monfalcone

Il giudice amministrativo ha respinto la richiesta di sospensione del Comune
Redazione

Il Centro culturale islamico Darus Salaam di Monfalcone potrà continuare a svolgere il doposcuola per i figli degli iscritti nei suoi locali in via Duca D’Aosta. E’ quanto emerge dall’ordinanza pubblicata oggi dal Tar del Friuli Venezia Giulia riguardante il braccio di ferro tra il Comune e l’Associazione.

A gennaio, l’Amministrazione cittadina ha ordinato il ripristino di destinazione d’uso commerciale degli spazi al civico 32, che un tempo ospitavano una pizzeria. Il Centro culturale ha impugnato l’atto davanti al giudice amministrativo, chiedendone la sospensione cautelare. Il Tar ha respinto la richisesta di sospensione, in quanto l’Associazione può contare su un locale vicino, al civico 38. Tuttavia, ha anche rilevato che a febbraio il Centro islamico si è iscritto al Registro nazionale Terzo settore e, per questo, può esercitare in quei locali le sue attività istituzionali, a prescindere dalla destinazione d’uso. Il Comune, conclude il Tar, dovrà prenderne atto.

“Consiglierò ai miei assistiti – afferma il legale del Centro islamico, l’avvocato Vincenzo Latorraca di Como – di comunicare fin da domani all’Amministrazione comunale che continueranno l’attività di doposcuola”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia