Tentò di uccidere il padre, condannato 38enne della Bassa

A impedirlo fu la madre, che lo fermò colpendolo alla schiena con una sedia
Hubert Londero
loading...

Quattro anni di reclusione per il tentato omicidio del padre inabile. Al termine della pena, l’uomo – al quale è stata riconosciuto il vizio parziale di mente – dovrà affrontare un percorso riabilitativo di 3 anni in una casa di cura. E’ la sentenza con cui oggi il gup di Udine Roberta Paviotti ha condannato con il rito abbreviato un 38enne della Bassa.

Tutto è accaduto il 2 maggio 2023. Durante l’ennesima lite con il padre adottivo, il 38enne lo ha ferito tre vole al collo con un coltello da cucina. A impedire l’irreparabile è stata la madre, che lo ha fermato colpendolo sulla schiena con una sedia. Stando alle indagini degli inquirenti, questo è stato l’ultimo di una serie di episodi nei quali il figlio ha ferito l’uomo per futili motivi. Tra questi, l’avergli negato i soldi per comperare le sigarette e averlo rimproverato di non darsi da fare nella ricerca di un lavoro.

Durante la discussione, il difensore dell’uomo, l’avvocato Carla Magrin, ha chiesto la riqualificazione dell’accusa di tentato omicidio in un reato meno grave. Il legale valuterà il ricorso in appello.

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia