Tragedia del Natisone, in un video il tentativo estremo di un vigile del fuoco

Il pompiere ha tentato di raggiungere i tre ragazzi, ma ha dovuto desistere per la violenza della piena
Daniele Micheluz
loading...

Il disperato gesto di un in vigile del fuoco che ha provato a salvare i tre ragazzi – Patrizia, Bianca e Cristian – dalla furia del Natisone quando erano ancora abbracciati, è stato l’ultimo tentativo per strapparli alla furia dell’acqua. Immagini, diffuse in queste ore, e immortalate in alcuni video di passanti anonimi dal Ponte Romano a Premariacco, e rilanciate anche sulle tv internazionali. Istanti intensi che testimoniano come un pompiere abbia messo a repentaglio sua stessa vita per raggiungerli e riportarli a riva. In uno dei filmati si vede il soccorritore con indosso una muta gialla nuotare con tutte le proprie forze sul lato che i giovani avrebbero dovuto percorrere, molti minuti prima, quando il livello dell’acqua era ancora basso. Ma la furia dell’acqua era troppo forte e il vigile del fuoco benché allenato a simili interventi- ha dovuto desistere, mentre poco dopo i tre sono stati portati via dalla corrente che ha sciolto il loro ultimo abbraccio. Bianca – come poi si è saputo – non sapeva nuotare, Patrizia e Cristian non hanno voluto abbandonarla. Il vigile del fuoco ha dovuto quindi rinunciare per non rischiare di essere a sua volta trascinato via dalla piena del Natisone.RispondiInoltra

Il pannello dei partecipanti è stato chiuso

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia