Percepivano il ‘Reddito di cittadinanza’ senza averne diritto: denunciati 73 stranieri

Le false dichiarazioni per l'accesso al sussidio hanno portato ad un esborso di contributi pubblici pari a 433.000 euro
Daniele Micheluz
loading...

Quasi mezzo milione di euro incassato con il reddito di cittadinanza, ma senza averne titolo. Per 73 stranieri extracomunitari residenti nel Friuli Occidentale, scovati dalla Guardia di Finanza di Pordenone, è scattata la denuncia alla locale Procura. Aveano incassato in totale 433mila euro attestando con un’autocertificazione di essere in possesso del permesso di soggiorno di lungo periodo, requisito indispensabile per ottenere il contributo, che prevede la residenza sul territorio da almeno 5 anni, la disponibilità di un reddito minimo non inferiore all’assegno sociale annuo e la conoscenza della lingua italiana. Dai controlli incrociati delle Fiamme Gialle e della Questura di Pordenone sulle dichiarazioni presentate all’Inps, che ha erogato i sussidi, è emerso come i 73 stranieri non avessero titolo per ottenere il reddito di cittadinanza, come aveano invece messo nero su bianco certificando il falso. I contributi ancora in corso sono stati immediatamente revocati dell’istituto di previdenza. Nei confronti degli stranieri, oltre alla denuncia, è scattato l’iter per un sequestro preventivo per far recuperare allo Stato le somme indebitamente assegnate alle 73 persone.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia