Udine come nel 1917: ciak nel centro storico

Questa mattina, nel giorno dell'anniversario della disfatta di Caporetto, sono state girate nuove scene del film di Gianni Amelio
Redazione

Udine come ai tempi della Grande Guerra. Il film che Gianni Amelio sta girando nel centro storico del capoluogo friulano ha portato in città centinaia di comparse in divisa e mezzi d’epoca.
Un’immersione nel passato che è avvenuta in un giorno molto particolare. Esattamente 106 anni fa, infatti, iniziò la battaglia di Caporetto, una sconfitta cocente, che portò alla morte di circa 40mila uomini dell’esercito italiano.

Il film è ambientato proprio nel 1917 e la vicenda racconta l’amicizia tra due giovani, Stefano e Giulio, entrambi impegnati come medici in un ospedale militare, con visioni politiche opposte e innamorati della stessa donna, Anna.
Alle due in punto del 24 ottobre del 1917, le artiglierie austro-germaniche iniziarono a colpire le posizioni italiane dal monte Rombon all’alta Bainsizza alternando lanci di gas a granate convenzionali.
Con la Russia in crisi per la Rivoluzione bolscevica, Austria-Ungheria e Germania poterono trasferire consistenti truppe dal fronte orientale a quelli occidentale e italiano. Forti di questi rinforzi, gli austro-ungarici sfondarono le linee tenute dalle truppe italiane che, impreparate ad una guerra difensiva e duramente provate dalle precedenti undici battaglie dell’Isonzo, non ressero all’urto e dovettero ritirarsi fino al fiume Piave.

Fotografia della Biblioteca Civica Vincenzo Joppi.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia