Udine per tre giorni centro di riferimento mondiale sul tema dell’acqua

Dal 22 al 24 maggio l'Università di Udine ospiterà 70 studiosi da tutto il mondo che rifletteranno sui temi della gestione del bene idrico
Matteo Femia

Udine per tre giorni sarà il punto di riferimento mondiale sul tema degli approcci sostenibili nella gestione delle acque interne. Alluvioni, siccità e riduzione dei flussi idrici sono solo alcuni dei temi che saranno toccati dal 22 al 24 maggio nel corso della conferenza internazionale “Paesaggi acquatici interni: natura, società e cultura nell’idrografia” organizzata dall’Università del capoluogo friulano: una settantina gli studiosi provenienti da tutto il mondo che prenderanno parte ai lavori, in programma tra Palazzo di Toppo Wassermann nella prima giornata e Palazzo Antonini negli ultimi due giorni. Un’appendice si svolgerà inoltre il 25 maggio quando si terrà una visita studio sul fiume Stella e nella laguna di Marano.

Nel corso della tre giorni verranno inoltre immaginate nuove funzioni possibili per il bene idrico.

«La conferenza – spiega il coordinatore scientifico Francesco Visentin– vuole riportare al centro dei nostri ragionamenti l’acqua. In prima battuta cercheremo durante questi giorni di riflettere su che tipo di entità sono oggi i fiumi e, in secondo luogo, e di conseguenza, su quale rapporto abbiamo noi con l’acqua».

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia