A Udine la tassa di soggiorno entrerà in vigore dal 1° gennaio 2025

Slitta di tre mesi l’imposta. 400 giorni per redigere un piano concertato con gli operatori
Alexis Sabot

A Udine l’imposta di soggiorno entrerà in vigore dal 1 gennaio 2025, slitta di tre mesi rispetto alla prima data prevista del primo ottobre 2024. È questo l’intento dell’amministrazione udinese che domani in consiglio comunale affronterà la discussione relativa al nuovo provvedimento dedicato al turismo udinese. “L’obiettivo che vogliamo porci” spiegano gli esponenti della giunta De Toni “è quello di avere davanti a noi 400 giorni per poter compiere un ragionamento completo e di lunga prospettiva, identificando le azioni da mettere in atto in piena condivisione con gli albergatori, eventualità già prevista dalla norma regionale. Avremo così tutto il tempo necessario per mettere a terra un piano concertato e in massimo accordo con gli operatori”. L’intento è quello di coinvolgere nel ragionamento anche i comuni contermini, ampliando così il raggio di una azione di sviluppo turistico che coinvolga il territorio dell’hinterland udinese.  “In questo modo” spiegano gli esponenti della giunta udinese “potremo individuare una strategia comune per competere sul mercato turistico internazionale condividendo anche i possibili investimenti da poter effettuare”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia