Valanga in Val Raccolana, isolate per alcune ore le frazioni di Chiusaforte

Una slavina ha invaso completamente la Strada Provinciale 76. Piani di Sotto, Piani di Là, Piani di Qua e Sella Nevea non raggiungibili
Giancarlo Virgilio
loading...

Una Valanga di grandi dimensioni si è abbattuta intorno alle 15.30 sulla Strada Provinciale 76 della Val Raccolana, all’altezza del rio Livinal di Vandul che ha isolato per alcune ore divese frazioni di Chiusaforte dove vivono un centinaio di persone, tra le quali Piani di Sotto, Piani di Là, Piani di Qua, Pianatti, Stretti e Sella Nevea, visto che da ieri sera è stata interdetta per il rischio slavine la strada tra Sella Nevea e Cave del Predil, in direzione Tarvisio.

I tecnici di FVG Strade, dopo diverse ore di lavoro, hanno creato un varco e aperto un passaggio da riservare ai mezzi di emergenza.

“Le ditte private stanno operando per garantire un minimo di viabilità per i mezzi di sicurezza che eventualmente devono transitare lungo l’arteria – spiega il sindaco Fabrizio Fuccaro -. Al momento non ci sono evidenze di persone rimaste coinvolte nel distacco”.

Nel corso della notte, in via precauzionale, gli ospiti dell’ hotel Canin, a Sella Nevea, si sono allontanati dalla struttura ricettiva per un distacco di neve retrostante la zona dell’albergo. In questo periodo, vista la grande quantità di neve, vengono eseguiti dei distacchi programmati. Uno di questi ha causato una valanga e da qui la necessità, senza tuttavia all’emissione di un’ordinanza, di lasciare l’albergo per precauzione.

Tutte le persone che vivono nelle frazioni interessate e a Sella Nevea stanno tutte bene. La situazione è seguita da vicino dal sindaco e dalla sua giunta. Ci sono persone che potrebbero aver raggiunto secondo e case di cui al momento non si conosce il numero.

Come ci ricorda Alessandro Della Mea, autore delle fotografie che potete osservare nella gallery in alto, le ultime valanghe precipitate in zona erano si erano verificate nel 1952 e nel 1979.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia