Valorizzare le rogge di Udine con l’arte e lo sport, la proposta di SiAmo Udine

Dall'Urban trekking al nordic walking .Quattro i suggerimenti che la lista civica lancia all'amministrazione comunale. Lorenzo Patti: “ La nostra ricchezza sta nel nostro passato. Il progetto potrebbe...
Giancarlo Virgilio

“La nostra ricchezza sta nel nostro passato”. E’ con questo spirito che il capogruppo di SiAmoUdine, Lorenzo Patti, lancia alla Giunta Fontanini e ai suoi colleghi in Consiglio un’idea per valorizzare i corsi d’acqua che attraversano il capoluogo udinese.

“Ogni luogo è la storia di una vita, che non può essere facilmente rimossa – premette Patti -. I luoghi dei grandi imprenditori, artisti e inventori insieme alle rogge sono luoghi di visioni, memorie e tradizioni di un Friuli dimenticato e del tempo che fu”. Anche attraverso le rogge è infatti possibile conoscere, imparare e ripercorrere il passato della città e dei suoi abitanti più illustri. Su questa idea, che diventerà a breve una mozione, il consigliere di minoranza ha ipotizzato un progetto da strutturare in 4 percorsi e che potrebbe essere sfruttato anche durante i centri estivi in partenza a metà giugno: l’urban trekking e il nordic walking; il cicloturistico; il naturalistico ambientale; e quello artistico (paesaggisti e pittori).

“Il progetto, oltre a stimolare l’accoglienza turistica dei ciclisti di passaggio attraverso l’Alpe Adria, permetterebbe ai cittadini Udine di riappropriarsi della città dopo la paura della pandemia – spiega il consigliere -. I percorsi dovranno essere graduati per pericoli stradali e difficoltà, in modo da classificarli con simboli e colori, per bambini ed anziani. Gli itinerari potrebbero essere tracciati su mappe digitali in modo da poterli diffondere tramite il sito internet del Comune, i social media e con brochure o volantini. Disseminati lungo la città, si potrebbero individuare dei punti di ristoro e dei punti informativi all’interno dei bar storici e delle osterie. Per la riuscita del progetto – conclude Lorenzo Patti – fondamentale sarebbe il coinvolgimento dei consigli di quartiere e delle associazioni ambientaliste (Lega ambiente), culturali (FAI e Club Unesco) e sportive (nordic walking e associazioni ciclistiche)”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia