«Vengano comunicati subito ai Sindaci i contagi e le quarantene»

“È necessario che gli organi competenti, Aziende sanitarie in primis, comunichino con tempestività ai Sindaci tutti i casi di positività al virus, le quarantene volontarie o...
Redazione

“È necessario che gli organi competenti, Aziende sanitarie in primis, comunichino con tempestività ai Sindaci tutti i casi di positività al virus, le quarantene volontarie o imposte, i soggetti venuti a contatto con contagiati e i tamponi effettuati. La situazione è emergenziale e la tutela della privacy deve diventare secondaria nei confronti della salute pubblica”. Questo il grido d’allarme lanciato da Franco Lenarduzzi, Sindaco di Ruda e coordinatore regionale dei piccoli comuni ANCI.

“Noi amministratori siamo in prima linea nell’emergenza e abbiamo bisogno di essere al corrente di tutto, avere maggiori informazioni, oltre che mezzi, per contrastare il diffondersi della malattia e per coordinare al meglio le azioni di supporto alla popolazione, nel rispetto delle direttive sanitarie. E soprattutto nei piccoli comuni, che rappresento, dove il personale è al minimo e i mezzi per farsi carico delle emergenze quotidiane sono limitati.

I comuni gestiscono i volontari che vanno a casa a portare medicinali o alimentari agli anziani soli e dobbiamo predisporre tutte le azioni necessarie per fare in modo che la cosa si svolga nel modo più sicuro possibile. Siamo anche tenuti a vigilare sui comportamenti corretti della cittadinanza. Dobbiamo fare in modo che le persone restino nelle proprie abitazioni per evitare la proliferazione del virus. Per queste e per le tante azioni che stiamo mettendo in campo, avere informazioni aggiornate e complete è fondamentale”, aggiunge il Sindaco.

E conclude: “Capisco il periodo molto complesso ma chiedo la massima collaborazione dagli organi superiori. I sindaci, come primi ufficiali sanitari del territorio, devono essere supportati maggiormente nella conoscenza delle eventuali problematiche presenti sul territorio”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia