Violenza al Pronto Soccorso di Monfalcone, i sindacati: “Urge una guardia”

Dopo l'ennesimo episodio violento nel pronto soccorso dell'ospedale di Monfalcone, i sindacati Uil Fpl e Nursind chiedono che si corra ai ripari con l'inserimento di una postazione di polizia permanente e una copertura assicurativa per tutti gli operatori.
Monica Tosolini
loading...

L’ennesimo episodio di violenza verso gli operatori socio sanitari, accaduto ieri mattina al Pronto Soccorso dell’ospedale San Polo di Monfalcone, è stato denunciato dai sindacati Uil Fpl e Nursind: un utente visibilmente alterato ha abbattuto una porta, creando il panico nel personale e tra i presenti, senza che le forze dell’ordine avessero avuto il tempo di intervenire. Una situazione inaccettabile che evidenzia la mancanza di sicurezza nella struttura sulla quale gravitano 40mila utenti all’anno e in cui sono presenti 32 infermieri che rispondono alle necessità del pronto soccorso, dell’ambulanza, dei posti letto di medicina d’urgenza e dei pazienti in osservazione breve intensiva. Da qui la denuncia e le richieste dei sindacati.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia