Visite e concerti speciali… con il caschetto a Palazzo Carciotti

Domani, sabato 12 ottobre, dalle 9.45, si potrà accedere all’edificio storico e ascoltare un’esibizione di flauto e arpa celtica, con le giuste precauzioni di sicurezza
Chiara Muzzin

Palazzo Carciotti, a Trieste, fu fatto costruire dal commerciante Demetrio Carciotti tra la fine del Settecento e l’inizio del secolo successivo, al centro della città e vicino al Canal Grande. Con i suoi 15mila metri di spazio e il patrimonio nascosto al suo interno, l’edificio era chiuso da tempo, e tuttora è sottoposto a lavori di ristrutturazione. La buona notizia è che anche domani, sabato 12 ottobre – oltre ad oggi pomeriggio – in occasione delle Giornate FAI, le sue porte saranno eccezionalmente aperte. Sarà possibile ammirare la parte più significativa del palazzo: l’atrio, la scala monumentale, e le sale con vista sul mare e sulle rive, ascoltando le parole di volontari ed esperti pronti a illustrare la storia, le caratteristiche e le opere della struttura. I visitatori potranno anche assistere all’esibizione del Duo Obersnel-Gregoric, flauto e arpa celtica, che proporrà una breve esecuzione di musica da camera. La prima visita inizierà alle 9.45, e in mattinata il servizio sarà disponibile anche in inglese e in sloveno. L’ingresso è libero, è consentito a circa 30 persone alla volta, ed è richiesta la prenotazione. Trattandosi di un palazzo di pregio, e sottoposto a tutela storica-artistica, è necessario muoversi con attenzione e prudenza. Per motivi di sicurezza non sarà consentito l’accesso ai minori di 14 anni. I visitatori dovranno indossare un caschetto di sicurezza, dettaglio importante e allo stesso tempo simpatico, che caratterizza anche il nome ufficiale dell’iniziativa: “Conoscere per valorizzare il senso del patrimonio costruito – i concerti con caschetto: Porte Aperte a Palazzo Carciotti”.

È possibile prenotare le visite all’indirizzo https://concerticolcaschetto.eventbrite.it, via email scrivendo a [email protected], o telefonicamente al numero 040362801.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia