Home / News / Cosa cambia con la zona arancione: le regole

Cosa cambia con la zona arancione: le regole

Le principali restrizioni colpiscono principalmente i non vaccinati

Le restrizioni previste in zona arancione colpiscono principalmente i non vaccinati. Per chi non ha il green pass, gli spostamenti con mezzo proprio verso altri comuni della stessa Regione o verso altre Regioni sono consentiti solo per lavoro, necessità, salute o per servizi non sospesi ma non disponibili nel proprio comune (con autocertificazione).

Restano consentiti invece gli spostamenti da comuni di massimo 5.000 abitanti, verso altri comuni entro i 30 km, eccetto il capoluogo di provincia.

È vietato l'accesso ai negozi presenti nei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi (eccetto alimentari, edicole, librerie, farmacie, tabacchi). A chi ha il green pass base (tampone negativo), inoltre, viene vietato l'accesso ai negozi presenti nei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi (eccetto alimentari, edicole, librerie, farmacie, tabacchi), l'effettuazione di corsi di formazione in presenza e la pratica di sport di contatto all'aperto.

In arancione serve dunque il super green pass per accedere nei centri commerciali nei festivi e nei prefestivi, oltre che per ottenere lo skipass. Chi possiede il green pass base e quello rafforzato, invece, può muoversi liberamente all'interno e fuori dalla Regione.

Per le mense nei luoghi di lavoro, in arancione basta il ‘base’.

Nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie si potrà entrare solo con tampone negativo o terza dose. 

Ricordiamo che il governo ha pubblicato sul suo portale i chiarimenti sulle regole e su cosa prevedono le restrizioni legate al super green pass nelle 4 fasce di rischio.

Bar, ristoranti, alberghi, hotel

Vige l'obbligo del certificato rafforzato per consumare al banco dei bar e per sedere sia al chiuso che all’aperto. Super green pass rafforzato anche per il servizio di ristorazione, all’aperto e al chiuso, o per chi alloggia nelle strutture alberghiere e per gli esterni.  

Cinema, teatri, musei e altre attività

L'accesso a cinema, teatri, sale da concerto, locali di intrattenimento e musica dal vivo al chiuso è consentito solo a chi ha il certificato rafforzato, così come l'accesso a mostre e musei. Vietato consumare cibi all’interno della sala in cui si svolge l’evento. In zona arancione il pass rafforzato è richiesto anche per partecipare a sagre e fiere, anche su aree pubbliche, e a convegni e congressi, anche se all’aperto.

Stadi ed eventi sportivi

L'accesso agli eventi e alle competizioni sportive in stadi e palazzetti è limitato a chi ha il super green Pass. La capienza degli stadi e palazzetti non deve superare il 60% del totale al chiuso e il 75% all'aperto.

Feste, sale da ballo e discoteche

Discoteche e sale da ballo chiuse fino a fine gennaio. Una lunga lista di attività in zona arancione è riservata solo a chi è vaccinato (o guarito dal Covid-19).

Centri termali

Per andare in un centro benessere al chiuso e anche per l’accesso ai centri termali, anche all’aperto, salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche è necessario il super green pass. La stessa regola in fascia arancione vale per l’accesso a parchi tematici e di divertimento, centri culturali, centri sociali e ricreativi (anche all’aperto), sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò. 

Matrimoni

Solo chi è in possesso della certificazione verde rafforzata potrà partecipare ai matrimoni, siano essi conseguenti a cerimonie civili o religiose. Centri benessere e parchi divertimento L'accesso ai centri benessere e ai centri termali, sia all'aperto che al chiuso, è precluso a chi non ha il super green pass, a meno che non ci si rechi in questi luoghi per motivi di salute. Anche l'accesso ai parchi tematici e di divertimento è consentito solo a chi ha il super green pass. Infine, l'accesso ai centri culturali, sociali e ricreativi, al chiuso o all'aperto, è vietato a chi non ha il certificato rafforzato, così come l'accesso a sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Concorsi pubblici

Per partecipare a prove di concorso pubblico in presenza in zona arancione, è necessario avere almeno la certificazione base, ottenibile con tampone.  

Uffici Pubblici

E’ consentito entrare negli uffici pubblici per usufruire dei servizi garantiti dalla pubblica amministrazione, anche senza Green Pass.

Attività ed eventi culturali

Per farlo, in fascia arancione, è richiesto il Super Green Pass, tranne nel caso in cui si debba accedere ad archivi e biblioteche, per cui è sufficiente il pass base

Sport

L’attività sportiva all’aperto, anche di squadra, e quella riabilitativa o terapeutica ricompresa nei livelli essenziali di assistenza (anche al chiuso) è permessa in zona arancione, anche senza Green Pass. Per qualsiasi altro tipo di attività sportiva e motoria, compreso l’utilizzo di piscine all’aperto e l’accesso agli spogliatoi, in fascia arancione è richiesto il Super Green Pass. Quindi, è consentito andare in palestra ma solo esibendo il super green pass. Per l’accesso come spettatori a eventi sportivi in stadi e palazzetti, anche all’aperto, nelle zone arancioni serve il super green pass. 

Ecco dove serve già da ieri il super green pass:

  • alberghi e strutture ricettive;
  • feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose;
  • sagre e fiere;
  • centri congressi;
  • ristoranti all’aperto;
  • impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici;
  • piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto;
  • centri culturali, centro sociali e ricreativi per le attività all’aperto
  • tutti i mezzi di trasporto, compreso il trasporto pubblico locale o regionale.
  • piscine, palestre e sport di squadra al chiuso
  • musei e mostre;
  • centri benessere al chiuso
  • centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche);
  • parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia) al chiuso
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.
  • Deroga all’obbligo di super green pass
  • Il governo Draghi ha però deciso una particolare deroga fino al 10 febbraio per tutti i cittadini delle isole minori e della laguna di Venezia che si devono spostare per motivi di studio e lavoro.

Per tutti coloro che si devono spostare solo per motivi di studio e lavoro basta essere in possesso del green pass base: non serve dunque il super green pass.

Per queste persone è sufficiente quindi anche solo un tampone negativo, effettuato da meno di 48 ore se rapido o da meno di 72 ore se molecolare.

L’ordinanza specifica inoltre che il trasporto scolastico dedicato, come gli scuolabus, non è equiparato a trasporto pubblico locale in merito alla disciplina del green pass ed è accessibile fino al 10 febbraio agli studenti anche sopra i 12 anni con solo obbligo di mascherina FFP2.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori