Collio, 8 milioni di euro per nuovo Open Hub su cultura e lingue minoritarie

Cormons è il Comune capofila del progetto finanziato dalla Regione che prevede tre strutture dedicate a valorizzazione di friulano, sloveno, tedesco, musica e arte sul territorio
Matteo Femia

Si chiama Artnet-Collio-Gorizia ed è un progetto finanziato dalla Regione con 8 milioni di euro grazie al quale verranno valorizzate turisticamente cultura e lingue minoritarie del territorio di Cormons e dintorni.

Ammonta a oltre 8 milioni di euro il finanziamento regionale ottenuto da nove Comuni della destra Isonzo per il progetto Artnet Collio-Gorizia. Si tratta di un Open Hub che intende valorizzare arte e cultura sul territorio: centro di riferimento sarà infatti l’ex scuola Vittorino da Feltre a Cormons, per la cui riqualificazione verranno utilizzati circa 4 milioni di euro con cui diventerà sede di una biblioteca e centro conferenze oltre ad essere il sito scelto per promuovere le lingue minoritarie del territorio, ossia friulano, sloveno e tedesco, in ambito Go 2025.

Il progetto, promosso dalla project manager Michela Lautieri, prevede inoltre la realizzazione di altri due centri, uno a Capriva dedicato alla musica e uno a Farra dedicato all’arte digitale, oltre ad altri nove punti all’aperto tra Gorizia, Dolegna, Mariano, Medea, Mossa e San Lorenzo che verranno collegati e animati da un minivan pieno di libri e dotato di strumentazione tecnica multimediale.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia