Condannati per violenza sessuale e maltrattamenti, corsi di recupero per la condizionale

Sono stati condannati a due anni di reclusione, uno per violenza sessuale, l'altro per maltrattamenti. Per avere la sospensione condizionale dovranno frequentare specifici corsi e comprendere la gravità di quanto commesso.
Hubert Londero
loading...

Per guadagnarsi la sospensione della pena dovranno portare a termine specifici percorsi di recupero. E’ la condizione posta dal Tribunale di Udine a due uomini, condannati oggi rispettivamente per violenza sessuale e per maltrattamenti.

Al primo, un 35enne di Tavagnacco, sono stati inflitti 2 anni di reclusione, un terzo di quanto chiesto dal pm. Il giovane è stato riconosciuto colpevole di aver approfittato nel 2020 dello stato di ebbrezza di una 27enne dopo una festa di compleanno. Secondo l’accusa, la spogliò, la palpeggiò e cercò di avere con lei un rapporto, senza riuscirvi perché interrotto dall’arrivo di altre persone. Il suo difensore, l’avvocato Andrea Coluccia, ha annunciato ricorso in appello.

La stessa pena, 2 anni di reclusione, è stata inflitta a 52enne residente in provincia di Udine dal giudice Daniele Faleschini Barnaba. L’uomo era accusato di aver maltrattato la madre per anni, insultandola, strattonandola per i capelli e schiaffeggiandola. Fino a quando, nel febbraio 2021, cercò di costringere la donna a fare la spesa, poi le gettò la cena nella spazzatura e infine la costrinse a guardare la televisione assieme a lui. Fu l’ultima goccia: l’anziana chiamò le forze dell’ordine e andò a vivere dalla figlia.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia