Evade il Fisco, i finanzieri gli sequestrano 600mila euro di quote

Nei guai un imprenditore triestino.
Alberto Comisso

Ad un imprenditore triestino, a capo di una società che organizzava eventi sportivi, sono state sequestrate quote societarie per 600mila euro. Secondo gli accertamenti della guardia di finanza, non avrebbe pagato le imposte.

Si è sottratto al pagamento delle imposte. Nei guai è finito un imprenditore triestino di 55 anni, a capo di una società attiva nel settore dell’organizzazione e della promozione di eventi sportivi, indagato per il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. La guardia di finanza gli ha sequestrato preventivamente quote societarie per 600mila euro.

Il provvedimento è stato emesso dal gip del tribunale di Trieste ed è stato confermato dal Tribunale del Riesame.

Il sequestro è finalizzato a garantire il pagamento dei debiti erariali ed impedire l’eventuale dispersione dei beni immobili oggetto di due distinte vendite effettuate dalla società in liquidazione, del valore complessivo di 600mila euro. 

Le attività d’indagine si inquadrano nell’azione di contrasto alla cosiddetta “evasione da riscossione” e sono state avviate dall’analisi degli imprenditori giuliani gravati da maggiori debiti tributari. 

In particolare gli approfonditi hanno consentito di ricostruire una serie di mosse compiute dall’amministratore della società finalizzate ad evitare il pagamento dei debiti tributari. Erano, infatti, consistiti nella simulata cessione a terzi di alcuni cespiti utilizzati per la gestione ordinaria dell’impresa, senza tuttavia tenere in considerazione il debito tributario già maturato.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia