Il cordoglio della comunità regionale per la morte di Maurizio Fermeglia

È morto ieri pomeriggio sul carso l’ex rettore dell’università di Trieste, Maurizio Fermeglia, grande dolore in città.
Andrea Pierini
loading...

Dolore e dispiacere per la morte improvvisa di quello che nel tempo è diventato sempre più un personaggio pubblico amato e rispettato. La scomparsa ieri di Maurizio Fermeglia, colto da un malore mentre camminava in Carso, ha scosso l’intera regione. Classe del ’55, Fermeglia, si era laureato in ingegneria chimica a Trieste diventando poi professore specializzandosi in nanotecnologie. Dal 2006 è diventato prima direttore del dipartimento e dal 2013 al 2019 rettore. Al termine del mandato all’ateneo si era ipotizzata una sua corsa come sindaco mentre il suo impegno sociale non si era mai esaurito all’interno del Wwf. Il cordoglio dell’Università di Trieste e del rettore Roberto Di Lenarda è stato espresso con un ampio ricordo della lunga attività scientifica e didattica, sottolineandone le qualità e le capacità, sul sito dell’ateneo. Il presidente della Regione Massimiliano Fedriga ha espresso alla moglie e ai due figli le condoglianze a nome della comunità regionale, «Ci lascia un uomo che non ha mai fatto mancare dedizione e impegno in ogni sua attività». Parole di cordoglio sono state espresse anche da Patto per l’Autonomia e da tutto il Partito democratico, dal Mauro Capozzella del Movimento 5 stelle e da Furio Honsell di Open Fvg. Il sindaco di Udine. Alberto Felice de Toni ha condiviso con lui il periodo di rettorato: «Perdiamo una personalità unica, di grande cultura e di speciali capacità didattiche e umane, nonché uno dei massimi esperti sul cambiamento climatico e sull’inquinamento»

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia