Passo Monte Croce, scontro Mazzolini contro Mentil

La frana che ha portato alla chiusura di Passo Monte Croce Carnico sta portando a una crescita importante dello scontro politico.
Andrea Pierini
loading...

«Il Pd ha interrotto i rapporti con la Carinzia». «Nulla di tutto ciò». Il botta è risposta è tra il consigliere regionale della lista Fedriga, Stefano Mazzolini, e il collega Dem Massimo Mentil, fino alla scorsa primavera primo cittadino di Paluzza. Sullo sfondo la frana che ha interrotto il passo di Monte Croce Carnico e le possibili soluzioni. Ad attaccare per primo Mazzolini il quale in una nota sottolinea come «l’amministrazione degli ultimi mandati di Paluzza, del Pd di Mentil e Scrignaro, aveva sterilizzato i rapporti con la Carinzia. La vallata dell’Alto Bût sta morendo per le loro scelte, per l’immobilismo amministrativo con cui hanno condotto il loro lavoro».

In questo senso Mazzolini rilancia l’idea del traforo annunciando che a breve ci sarà un incontro tra il presidente della Regione Massimiliano Fedriga e il presidente della Carinzia Peter Kaiser. Secca la replica di Mentil: «Non abbiamo mai interrotto i rapporti con la Carinzia e anzi con il comune contiguo le interlocuzioni sono costanti. In questo momento è necessario che tutti diano un contributo efficace ed efficiente in maniera responsabile e non anticipando la campagna elettorale. Ho contatto Fedriga e sono certo dalla sua ».

Mentil, inoltre, sottolinea che sul tunnel il tema non è proprio semplice «non bastano i 5/6 anni di cui parlano ma c’è tutta la questione geologica, il tema delle risorse e poi un tunnel non risolve la questione se non si adegua la 52bis che non è attrezzata per sostenere il traffico pesante e veicolare».

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia